mercoledì 22 agosto 2012

La saga della sirena di Rumiko Takahashi

MoreBuongiorno a tutti!
Ieri mi son letta la trilogia della sirena...Tutta d'un fiato: stupenda!
Adoro la Takahashi delle storie brevi, secondo me riesce ad esprimersi meglio senza perdersi in storie infinite alla Inuyasha o più frivole come l'ultimo Rinne.

In questa trilogia, edita dalla Star Comics tra il 1994 e 1995 (al prezzo di 7.000 lire) troviamo molti elementi cari alla sensei e che riesce a fondere magnificamente: horror, mistero, mitologia giapponese, amori passati, vita e morte.
Lo stile del disegno è più "retrò" ma allo stesso tempo l'ho trovato molto più curato rispetto alle sue opere più recenti. Alcune illustrazioni sono dei piccoli Capolavori.

Ma andiamo più nel dettaglio...I tre titoli di questa saga sono:

MoreIl Bosco della Sirena
Il Segno della Sirena
La maschera della Sirena

Nel primo ci vengono presentati i protagonisti: Yuta un ragazzo divenuto immortale (ha 500 anni) dopo aver mangiato carne di sirena. Capace di auto-riemarginarsi ferite che potrebbero far morire i comuni mortali e di resuscitare in mezza giornata in caso di "morte".
Tutti vogliono mangiare la carne di sirena, c'è chi la cerca tutta la vita, chi la tiene nascosta, chi invece la usa per guadagno personale o per vendetta.
In tutti i casi ci sono dei pro e dei contro che si manifestano al primo morso: se il soggetto è predestinato riuscirà ad acquistare l'immortalità, in caso contrario il veleno contenuto nella carne di sirena causa morte immediata o trasforma l'essere umano in un mostro, chiamato "essere imperfetto".

Nel primissimo capitolo conosceremo anche la compagna di viaggio ( e di vita) di Yuta: Mana, una ragazza-principessa di quindici anni tenuta "prigioniera" in casa propria con i piedi legati. Le vecchie dello strano villaggio in cui vive si prenderanno "cura" di lei dandole anche carne di sirena visto che la ragazza ne è immune...Solo con l'intento di mangiarla in un secondo momento.
Le vecchie umane erano delle sirene e per ritornare quelle di un tempo devono mangiare a loro volta carne di sirena.

MoreSì lo so ha un che di cannibalismo, di primitivo e di viscerale.
La Takahashi è riuscita a trasmettere benissimo tutte queste sensazioni, mai cadendo nel volgare ma mantenendo sempre quest'aurea di mistero e drammaticità.

Questi esseri immortali che devono attraversare ere, impossibilitati dal legarsi a qualcuno, consci del proprio destino di solitudine e costretti a combattere contro mostri di ogni tipo, fantasmi-amori del passato (il più delle volte risuscitati) che per fraintendimenti vari serbano ancora rancore verso i nostri protagonisti e non riescono a raggiungere il Nirvana...
Ho trovato tutto ciò estremamente affascinante.
Un po' alla Edgar Allan Poe per intenderci!
In questo tipo di storie il finale aperto è l'unica soluzione adatta, secondo me!

Consiglio tantissimo questa trilogia a tutti gli appassionati di manga, fumetti e non solo.


Un'opera che merita, in cui possiamo assaporare la Vera Takahashi.


4 commenti:

  1. Ciao!!! Io mi sto appassionando al Giappone da poco più di un anno, e devo dire che questa curiosità e questo amore verso questo straordinario e magico popolo aumenta in me sempre di più, tanto che non solo ho aperto un blog completamente dedicato al Giappone (http://giapponeilove.blogspot.it), ma il mio sogno per il vicino futuro sarebbe quello di andarci per almeno un mesetto e visitare Tokyo, Kyoto, Nara ecc. Fatta questa lunga premessa, volevo solo dirti che mi piacerebbe avvicinarmi al mondo dei manga, ma non ne capisco un'acca!!! Cosa mi consigli per iniziare? Questa piccola saga che hai qui recensito è davvero interessante!!! Grazie per l'attenzione, e buone letture!!!

    RispondiElimina
  2. grazie per il commento! ti capisco: anche io amo questo paese così affascinante da tanti anni e il poter visitarlo è anche un mio grandissimo sogno! sono lusingata che tu mi chieda consigli per iniziare a leggere manga, ce ne sono davvero tanti! probabilmente è più adatto qualche volume unico o miniserie (questa sarebbe perfetta, io l'ho trovata su ebay visto che è un po' datata!) comunque che genere di letture preferisci?

    RispondiElimina
  3. La serie della sirena è stato uno dei miei primissimi colpi di fumine! Me lo prestò un'amica di mia sorella (o meglio lo prestò a lei ma ne approfittai anche io) e mi piacque da morire. Ho adorato le atmosfere, i personaggi e la trama *__* L'ho recuperato solo qualche anno dopo e ne è valsa la pena di una rilettura ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io l'ho adorato! lo conoscevo già ma sono riuscita a prenderlo solamente quest'anno! bellissimo! certo che la Takahashi "vecchio stile" è tutt'altra cosa rispetto adesso!!

      Elimina