lunedì 17 settembre 2012

Ark Angels di Sang Sung Park

In questi giorni mi sono letta questa miniserie Mahnwa in 3 volumi che avevo scambiato questo mese, edita dalla J-pop nel 2006 con sovracopertina e nessuna pagina a colori, prezzo 5 euro e 90 cad.

MoreMore

L'autrice Sang Sung Park l'ho conosciuta con Tarot Cafè...
Lei è un'ottima illustratrice, infatti anche in questa serie, precedente all'altra non mancano tavole mozzafiato, dettagliatissime e con uno stile che tende all'art nouveau.

MoreLa storia è molto semplice: ci sono tre sorelle provenienti da una dimensione parallela, mandate "in missione" sulla terra per salvare gli animali in via d'estinzione e traspostarli sull'arca di Noè, loro padre.

A differenza di noi umani, loro riescono a vedere l'anima degli animali e a dare loro un'aspetto antropomorfo.
Vedremo infatti Gru, Tartarughe e Leoni con sembianze umane e "abbigliamenti e accessori" che ricordano le loro caratteristiche animali.
L'impresa non sarà delle più semplici, anche perchè ci saranno dei "nemici" che metteranno loro i bastoni tra le ruote, specialmente bracconieri e pirati interessati solamente al proprio giro d'affari.
Le ragazze saranno "spedite" in diversi luoghi del pianeta e in diverse epoche storiche...Il loro compito avrà però un "limite" di tempo: le lancette dell'orologio-ambientale (che indicano la durata di vita della terra) non dovranno arrivare alla mezzanotte...
Ogni animale a rischio salvato ha il potere di spostare indietro il tempo e allungare così la vita terrestre.

Il tema è molto forte e di grande attualità: salvare la flora e la fauna del pianeta, limitare l'inquinamento, abolire i test nucleari ecc ecc...
Il messaggio ambientalista e animalista è però stato sdrammatizzato da molte gag comiche che forse cadevano troppo spesso nel demenziale, mettendo purtroppo in seconda luce il vero messaggio, secondo me.

Questo Mahnwa risulta piacevole, una lettura non impegnativa da fare in un pomeriggio senza problemi...
L'idea ambientalista è ottima peccato per la conclusione "sbrigativa" e la caduta di stile nel troppo demenziale.
Apprezzo l'ironia per "alleggerire"eventi drammatici ma qui si va parecchio nello stile "favolistico-circense" che traspare dalle tavole. Un manga che consiglio se cercate qualcosa di fresco, se volete avvicinarvi a questa autrice da il meglio in Tarot Cafè decisamente più elegante, raffinato e di contenuto (anche se i finali probabilmente non sono il suo forte e preferisce lasciarli aperti a quanto pare!)

Fatemi sapere cosa ne pensate se l'avete letto!!




Nessun commento:

Posta un commento