martedì 18 settembre 2012

Manga: Gridare amore dal centro del mondo

Oggi ho letto un volume unico che mi è arrivato in un pacco di manga che ho scambiato con una ragazza.
Sto parlando di "Gridare amore dal centro del mondo".
More
Premetto che non ho letto nè il romanzo di Kyoichi Katayama nè visto la serie televisiva quindi il mio giudizio si limita alla sola lettura della trasposizione in questo shoujo manga disegnato da Kazumi Kazui ed edito in italia dalla Ronin Manga al prezzo di 8 euro e 50.
é una storia di un amore puro capace di  vincere la malattia e andare oltre ...Lo consiglio ad un pubblico più adulto probabilmente più adatto ad assimilare meglio il tutto.
Ho infatto letto diversi pareri negativi sul web riguardo al volume, penso che questi giudizi siano stati dati da persone immature perchè credo sia impossibile non commuoversi durante le vicende dei protagonisti!

Vi parlo brevemente della trama quindi occhio agli SPOILERS!
All'inizio vediamo il protagonista Sakutaro che sta andando in Australia con i genitori di Aki per disperdere le ceneri della ragazza nell'aria di questa terra, da lei a lungo sognata.
Inizia qui un lungo flashback che vedrà l'evolversi del rapporto tra Sakutaro e Aki da semplici compagni di classe delle medie a innamorati durante le superiori.

La prima parte, ovvero fino al ricovero in ospedale di Aki, è molto dinamica: lei è una ragazza solare e positiva, Sakutaro scoprirà pian piano di essersi innamorato di lei...
Già in questa parte verrà affrontato il tema della morte: nella scomparsa di un professore (il preferito di Aki la quale al funerale terrà un discorso) e la vicenda del nonno del ragazzo che vorrà recuperare le ceneri dell'amore della sua vita: confiderà al nipote il suo segreto e le sue ultime volontà ovvero che le proprie ceneri siano unite alla donna che ha amato e con la quale non ha potuto condividere una vita insieme.

Ho trovato molto dolce "la gita all'isola" organizzata da Sakutaro su consiglio dell'amico per portarci Aki e trascorrere con lei una notte (possiamo immaginare con quale intento).
Sakutaro si è mostrato ingenuo, frettoloso e si è poi accorto di provare paura: non vuole perdere "il sorriso" di Aki  (la ragazza non tarderà a capire il reale motivo della gita...).
Situazione molto da "primo approccio adolescenziale" che però mi ha fatto molta tenerezza...I due si chiariranno, parleranno dei loro sentimenti dimostrandosi qui più maturi della loro età.


Nella seconda parte, Aki verrà ricoverata in ospedale prima della gita scolastica in Australia, alla quale non potrà partecipare...Le diranno che è affetta da una grave forma di Anemia Aplastica...Per non dirle la verità, che si chiama leucemia.

La ragazza si mostra "forte" (nel corso della storia piangerà solamente tre volte: al funerale del prof, durante la gita all'isola e durante un piccolo litigio con la madre all'ospedale) ma questa mascherà verrà spezzata man a mano con il trascorrere del tempo, con le energie che si affievoliscono, con i capelli che cadono. E il ritmo delle tavole rallenta per farsi più rarefatto.
Sakutaro le starà sempre vicino, anche nei momenti più difficili in cui egli stesso vorrebbe andarsene ma riuscirà sempre a dire qualcosa di divertente ad Aki, vorrà fare più gargarismi possibili con il colluttorio per baciarla, pianificherà il loro viaggio in Australia per il compleanno di lei...
La porterà via dall'ospedale, un giorno, per partire.
Un po' incoscientemente, un po' per vederla sorridere, un po' per non pensare alla malattia che la sta consumando sempre più e la quale negherà loro un futuro insieme.
La ragazza avrà una brutta crisi all'aereoporto e verrà ricoverata d'urgenza.
Sakutaro le starà sempre vicino e urlerà il silenzio di fronte ad un silenzio più grande di loro.
Successivamente vedremo Sakutaro che spargerà le ceneri e poi, dopo diversi anni,  davanti alla loro scuola superiore, che racconterà di Aki alla sua attuale fidanzata.

In conclusione mi piace ricordare il significato del nome della ragazza: Aki in giapponese significa Autunno.
é in questa stagione che è nata lei, che è nato il loro amore ed in cui lei se ne va...
Ma è anche la stagione in cui Sakutaro, guardando le nuvole e si pone mille interrogativi, riflettendo sulla fugacità della vita e delle cose...Cercando di dare un nuovo senso alla propria esistenza.

Un volume dai toni malinconici e drammatici che non può non invitare a riflettere e a commuovere il lettore.
La storia di un amore puro e delicato...Mi sono chiesta quanti ragazzi di 17 anni farebbero come ha fatto Sakutaro. Il tutto non è mai narrato in modo melodrammatico e non cade nella banalità.
Il messaggio è forte, reale, crudo. Ma alla fine mi ha trasmesso molta speranza e un senso di tranquillità.

Consigliatissimo!!!
fatemi sapere cosa ne pensate se l'avete letto!





4 commenti:

  1. Non ho letto il manga ma il libro sì, ai tempi. La storia è di una delicatezza e tristezza uniche. Lo consiglio se ti è piaciuto il manga :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti ringrazio per il suggerimento: il manga mi è piaciuto moltissimo!

      Elimina
  2. io faccio parte degli immaturi che non solo non si sono commossi ma si sono anche fatti due p**le così con questa roba XD
    pardon, ma la lessi al tempo e la trovai oscenamente stupida. poi la rilessi e mi convinsi che scambiarla era la migliore cosa e così è stato.
    ora come ora penso che ad avere una storia del genere sotto gli occhi mi innervosirei al punto di usare il volumetto come accendino, però amen, ognuno ha i suoi gusti XD ogni tanto variamo dal "bello, piace tanto anche a me!" XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì infatti almeno variamo! ^_^ capisco ognuno alla fine ha i suoi gusti: a me ha trasmesso delle sensazioni forti e non mi ha annoiata...sarà che questo genere non lo leggo spesso perchè altrimenti mi prenderebbe l'angoscia! comunque hai fatto benissimo a scambiarlo se non ti è piaciuto: io faccio lo stesso!

      Elimina