venerdì 22 febbraio 2013

Dororo di Osamu Tezuka

Ho preso e letto il primissimo numero (di 4) di Dodoro del grandissimo sensei Osamu Tezuka.
Pubblicato dalla Goen a 6 euro e 95.

SPOILERS:

 Trama in breve:

Fin dall'inizio si entra nel bel mezzo di una storia piuttosto cruda:
un padre decide di sacrificare il figlio che sta per nascere, a quarantotto demoni, offrendo ad ognuno di loro, una parte del corpo del nascituro, in cambio di potere!
Il bambino nasce, privo di occhi, naso e arti incapace di vedere e udire.
Il padre lo strappa alla madre per metterlo in un cestino e abbandonarlo alla corrente del fiume.
Il caso vorrà che sarà un chirurgo di nome Jukai a trovare il piccolo, lo prenderà con sè, crescerà, darà amore e il nome Hyakkimaru (che significa "Bambino dei 100 demoni").
Un giorno Jukai sentirà la voce del bambino nella sua testa e capirà che le varie menomazioni fisiche, gli hanno potuto sviluppare una sorta di sesto senso, di telepatia.
 L'uomo lavorerà giorno e notte alla costruzione di arti e parti del corpo da donare a Hyakkimaru
(mi ha ricordato molto Geppetto e Pinocchio). 


Dopo l'operazione, inizierà un periodo di rinascita per Hyakkimaru, in cui imparerà a camminare, a parlare ma anche ad attirare intorno a sè demoni e spiriti vari attirati dai suoi poteri.
Hyakkimaru è ormai un ragazzo e deciderà su consiglio di Jukai, di lasciare casa ed iniziare a camminare sulla propria strada.
Incontrerà molti personaggi che gli insegneranno qualcosa, come un monaco cieco che lo incoraggerà a non disperarsi perchè non vedente come lui , ma a migliorarsi e saper usare altre qualità.

Vi domandere...e Dororo chi è?
Ecco che entra in scena:  Hyakkimaru lo salverà da un gruppo di ragazzi che lo vogliono uccidere perchè è un ladro.
Dororo piu' che ringraziarlo, sarà attratto dalle "spade che ha nelle braccia" del ragazzo e volendole a tutti i costi, inizierà ad "inseguirlo" ovunque, chiamandolo "fratellone".

Ma gli spiriti sono sempre in agguato: il mostro Kanekozo gli rivelerà dove trovare denaro nascosto per aiutare un villaggio povero, continuamente attaccato da vari demoni, tra cui il "demone-donna" Bandai...
I nostri cercheranno di eliminarla, ma non saranno ben accolti dagli abitanti del villaggio....
Ogni volta che Hyakkimaru farà fuori uno dei famosi 48 spiriti, riavrà indietro una parte del corpo che il padre aveva dato loro "in pegno".

 


Considerazioni:

La storia mi ha subito catturata, nonostante i disegni "molto pupazzettosi" e naif, la trama è molto dura e cruda.
L'abbandono di  Hyakkimaru da bambino, la sua adolescenza, che non ho raccontato, in cui aiuta dei bambini-ustionati e conosce l'amore che però gli verrà strappato via, la sua solitudine....
Veramente, molte scene sono commoventi.
Ma il ritmo narrativo non risulta lento, anzi, è tutto molto dinamico, anche per merito delle scene di combattimento contro i demoni.
Le tavole hanno un taglio cinematografico e a volte basta solo una piccola sequenza di immagini prive di vignette per riuscire a condividere i sentimenti dei protagonisti.



Un numero che ho adorato (nonchè divorato!).
Una serie che continuerò e che consiglio caldamente agli amanti delle belle storie, ricche di mitologia giapponese e disegni "vintage".
Un'ottima occasione per recuperare, a buon prezzo, un'opera di Tezuka.

Aspetto le vostre opinioni, a presto!

4 commenti:

  1. è nella lista "cose da prendere quando ti avanzano soldi" =_=

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero ti avanzino per questo perchè è un gioiellino! ; )

      Elimina
  2. Questo Dororo ce l'hanno fatto penare, ma finalmente è arrivato! Prima l'edizione monca della Kabuki, poi l'annuncio della Hazard (in seguito costretta a rinunciare ai diritti)... Io sono stato a un passo dal comprare l'edizione inglese ma alla fine ho rinunciato nella speranza di un edizione italiana. E non me ne sono pentito: l'edizione della Goen mi è piaciuta tanto ed ha un presso onesto. Magari qualche giovane lettore scoprirà Tezuka proprio grazie a quest'opera!^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo sull'edizione: anche a me non dispiace affatto! Spero che Tezuka venga conosciuto anche dai piu' giovani ; )

      Elimina